BÜRO DLB - IDEE-REALISATION-KOMMUNIKATION
Daniel Leutenegger, Bulliard 95, CH-1792 Cordast, Tel +41 (0)26 684 16 45 (nachmittags), Fax +41 (0)26 684 36 45, www.buero-dlb.ch

BÜRO DLB - IDEE-REALISATION-KOMMUNIKATION
Daniel Leutenegger
Bulliard 95
CH-1792 Cordast
Tel +41 (0)26 684 16 45 (nachmittags)
Fax +41 (0)26 684 36 45
E-Mail
www.buero-dlb.ch

PREMIO ARTISTA BALLY DELL'ANNO 2020 - SLOGANISMO E SLOGANISMI

PREMIO ARTISTA BALLY DELL'ANNO 2020 - SLOGANISMO E SLOGANISMI

20.08.2020 Per la tredicesima edizione del premio Fondazione Bally, l'organizzazione rinnova il suo impegno per la creazione di una piattaforma indipendente che permetta di scoprire, incoraggiare e sostenere gli artisti del Canton Ticino. Quest'anno gli artisti sono invitati a presentare alla Fondazione opere d'arte con il seguente tema: Sloganismo e sloganismi


Bally Artist 2019: Gabriela Maria Müller, Coeurs Sacrés, 2018 - 2019, dettaglio.
Semi di olmo, voile, cornice in ferro e legno, 260 x 260 cm,
https://www.fondazionebally.ch/it/gabriela-maria-muller.html

Sloganismo e sloganismi è il tema del Premio Artista Bally dell'Anno 2020. Il partecipante è invitato alla riflessione sul complesso rapporto fra il valore artistico di un'opera e i suoi significati, focalizzando l'attenzione sul ruolo della comunicazione all'interno del processo creativo e sulle reciproche "contaminazioni", ulteriormente ampliate da fattori esterni come gli slogan che con la loro azione, oggi particolarmente potenziata attraverso i social network, possono, anche modificando l'orientamento dello sguardo, influire sull'impulso ideativo.

L'immediatezza delle relazioni, dei segni e delle parole che maggiormente ci colpiscono determinano un'impronta che coinvolge anche la sfera dell'arte. L'arte identifica una comunicazione, ottenuta attraverso la tecnica e i diversi medium espressivi i cui significati non sempre possono essere codificati pienamente, oppure, contenere una dimensione subliminale, o ancora, avere una valenza di metamessaggio che raggiungono livelli diversi tra loro.

La formula incisiva e sintetica di uno slogan per lo più per fini pubblicitari o politici, è il frutto di una intenzionalità che incide e orienta la coscienza collettiva, concorrendo alla formazione di un trend della società o ne è un catalizzatore. I canali di informazione e propagandistici che, per inciso, possono attingere dai linguaggi dell'arte e viceversa, interagiscono tra loro aprendo nuovi orizzonti all'immaginario universale. All'immediatezza di uno slogan, o di una immagine "sloganistica", può corrispondere un processo trasformativo spesso non facilmente e completamente leggibile.

Il partecipante al Premio Artista Bally dell'Anno 2020 è libero di tracciare la propria visione attraverso la forma espressiva ritenuta più idonea, riferendo sulla percezione della "verità" contenuta negli slogan di ieri, di oggi o di domani, sui cambiamenti e sulle mire perseguite dalla "cultura sloganistica", come pure sulla "molla idealistica" prodotta dal radicalismo di alcune prese di posizione diffuse e sul conseguente impatto sul proprio lavoro.

"Sloganismo e sloganismi": una possibilità per l'artista di generare, attraverso l'opera, un'interazione che catturi lo sguardo e stimoli il pensiero.

Il prestigioso titolo "Artista Bally dell'Anno" apre delle opportunità significative per l'artista vincitore. Al fine di rafforzare ulteriormente il suo legame con l'arte e rinnovare il suo impegno e sostegno alla comunità artistica del Ticino, la Fondazione Bally ha siglato una partnership con il MASI (Museo d'arte della Svizzera italiana). Le opere selezionate sono scelte dalla Fondazione in collaborazione con il MASI. L'artista vincitore del Premio Bally 2020 sarà temporaneamente presentato negli spazi espositivi di Palazzo Reali a Lugano e l'opera comissionata sarà esposta in luoghi selezionati da Bally.

cp

Contatto:

https://www.fondazionebally.ch/it/artsubmission-top-content.html

#PremioArtistaBallyDellAnno #FondazioneBally #SloganismoeSloganismi #CHcultura @CHculturaCH ∆cultura cultura+

Zurück zur Übersicht